Uno dei primi utenti di Bitcoin potrebbe presto ottenere l’indulto presidenziale degli Stati Uniti

Il fondatore della Via della Seta Ross Ulbricht, che ha gestito il sito web oscuro dal 2011 al 2013 prima del suo arresto, potrebbe presto essere graziato dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump se le cose dovessero funzionare.

Silk Road è stata tra le prime aziende pubbliche a utilizzare Bitcoin, una mossa che ha contribuito a rafforzare il caso d’uso del bene.

L’adozione della Bitcoin in un impero da 1,2 miliardi di dollari

Come da molteplici rapporti, il presidente Trump potrebbe concedere clemenza a Ulbricht, il fondatore ed ex amministratore del più famoso mercato della droga darknet del mondo, la Via della Seta. Al suo massimo splendore, la piattaforma, ormai in funzione, ha ospitato migliaia di venditori e transazioni per milioni di dollari (tramite Bitcoin e altre valute crittografiche) ogni giorno.

Ulbricht è stato condannato all’ergastolo senza possibilità di libertà vigilata nel 2015, dopo che una famigerata giuria ha impiegato solo tre ore per accusarlo di tutte e sette le accuse, come la cospirazione per l’hacking informatico, il traffico di stupefacenti e il riciclaggio di denaro sporco.

Silk Road, un mercato anonimo e peer-to-peer fondato da Ulbricht nel 2011, è diventato rapidamente un punto d’incontro per acquirenti e venditori di narcotici illegali, permettendo loro di condurre affari senza essere scoperti dalle autorità.

Ulbricht avrebbe concepito e supervisionato le operazioni della Via della Seta, dato che il mercato è cresciuto fino a diventare un impero della droga da 1,2 miliardi di dollari, che si diceva ospitasse anche spacciatori di munizioni e sicari a contratto.

Il sito presentava anche le valutazioni dei compratori e le garanzie di rimborso e funzionava su Bitcoin per gran parte della sua vita.

La briscola per concedere la clemenza?

Come da rapporto, l’ufficio legale della Casa Bianca sta attualmente esaminando i documenti relativi al caso Ulbricht, come da rapporti, che hanno aggiunto che Trump ha recentemente ricevuto delle richieste sulla situazione dell’ex informatico.

Due fonti non identificate hanno detto che Trump ha „espresso in privato una certa simpatia“ per il caso di Ulbricht in quel momento e sta ora considerando di concedergli la grazia. Se fosse vero, significherebbe che l’ex operatore della Via della seta sarebbe stato rilasciato prima che il presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden salisse al potere nel gennaio 2021.

Mentre la decisione finale spetta esclusivamente a Trump, le fonti suggeriscono che Ulbricht si sia guadagnato un seguito tra diversi sostenitori „influenti“ con stretti legami con l’attuale Presidente degli Stati Uniti, una storia che potrebbe aiutare il suo caso.

Tra questi vi sono consiglieri presidenziali e sostenitori della riforma della giustizia penale con stretti legami con l’amministrazione e con la famiglia Trump, persone con conoscenze in materia.

Una di queste fonti, l’attivista Weldon Angelos, ex produttore musicale ed ex detenuto federale, ha detto che la lotta per il rilascio di Ulbricht si è affrettata nel febbraio di quest’anno. „Ho fatto inoltrare dei documenti ai miei contatti alla Casa Bianca già a febbraio“, ha detto in una dichiarazione.

You may also like...